Home > Argomenti vari > Cenni storici su Villacidro

Cenni storici su Villacidro

6 Maggio 2008

Alcuni ricercatori sostengono che il territorio di Vllacidro fu abitato nella fase recente del PERIODO NEOLITICO   e nell’ ETA’ DEL RAME .  Infatti sono stati rinvenuti,   in località Sa Spendula ,  alcune frecce di ossidiana e l’ansa di una ciotola in terracotta;  in località FUNTANASTADI , una clave e asce in pietra;  in località Seddus punte di frecce e frammenti di ossidiana e  in località MURTERA sono stati rinvenuti raschiatoi,  manufatti in selce e qualche freccia di ossidiana. Alcuni  fonti citano la presenza di POPOLI NURAGICI, nel territorio di Villacidro, nell’  ETA’ DEL BRONZO  e nell’  ETA’ DEL FERRO,  Gli studiosi hanno segnalato la presenza di nuraghi in diverse località del territorio villacidrese , anche se  purtroppo a noi non sono giunte costruzioni di rilievo:

NARTI  : i ruderi di un mono nuraghe

GUTTURU DE FORRU   : ruderi di un vasto insediamento nuragico, mazze e frammenti di vasellame; 

NURAXI:  resti di un nuraghe complesso nel quale sono stati trovati una mazza e un recipiente di terracotta;

TURRIGHEDDA :  resti nuragici nel quali è stato rinvenuto un idolo in pietra ;

SANTA MARIA DI LENI resti di un nuraghe.

Nel 1898 l’archeologo Domenico Lovisato rinvenne  in località Matzanni,  in territorio di Vallermosa nelle vicinanze della località villacidrese CUCCURDONU MANNI,  frammenti di ceramica, ciotole e vasi nonché un importante bronzetto nuragico che offre dei doni agli dei,  oggi custodito nel museo ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI CAGLIARI.

Villacidro  fu abitata anche in ETA’ ROMANA infatti come dato certo possiamo citare il rinvenimento di 26 tombe romane scavate nelle rocce  e coperte da grandi lastre di pietra  avvenuto nel 1874  mentre si scavava per la costruzione delle fondamenta di un ‘ala dell’attuale municipio. All’interno delle tombe furono ritrovati dei monili, piccoli vasi, scodelle,  monete con l’effigi di ANTONIO PIO e MARCO AURELIO. Inoltre altri siti romani furono ritrovati in località GUTUTTRU DE FORRU  -  VILLASCEMA-

I Romani si stabilirono soprattutto nel territorio di VILLASCEMA nella valle del fiume Leni e nelle vicinanze delle acque termali infatti si possono ammirare ancora i ruderi di due terme romane a NURAXI E  A BANGIU.

Alcuni reperti sono custoditi nel museo archeologico Villa Leni del nostro paese.

Dopo la caduta dell’impero romano, anche Villacidro subì le varie invasioni e dominazioni che si sono succedute , nei secoli in tutta la Sardegna  e di quel periodo Si hanno scarse notizie . Intorno al 1410 fu distrutta dai mori . Poi diventò feudo, che fu comprato da un certo Don Giovanni  Gerolamo Brondo Cavaliere verso la fine del 1500. Il feudo di Villcaidro ,da allora, passò di mano in mano finchè   diventò il marchesato di Villacidro e Palmas che nel  1744 fu confiscato per decreto del re Carlo Emanuele IIl.

Il paese poi  ebbe una grande trasformazione nel XIX secolo, allorché Villacidro divenne, con regio editto del 4 maggio del 1807, la prima tra le 15 residenze prefettizie, con competenze amministrative e giudiziarie su 43 Comuni, quando la prefettura di Cagliari comprendeva appena 28 Comuni.

Da allora Villacidro ha continuato a crescere fino agli ultimi decenni del 1900 quando furono insediate le fabbriche che portarono per un certo periodo benessere. Oggi nei territori dove sorgevano tante fabbriche sono sorte tante piccole e medie imprese e piccole industrie conserviere e attività commerciali.

Oggi Villacidro è una moderna cittadina ed è il  centro più popoloso della nuova provincia del Medio Campidano.   Circondata da colline e boschi incantevoli è la meta di tantissimi  visitatori .

 Reperti archeologici esposti nel CIVICO MUSEO " VILLA LENI" DI VILLACIDRO,

nel quale si possono ammirare circa 300 reperti tutti del territorio villacidrese e limitrofo.

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. m.Elisa
    16 Marzo 2013 a 16:25 | #1

    Ciao Mattia…sono contentissima che faccia tutti i giochi …un bacione grande
    m. Elisa
    :-)

  2. 14 Marzo 2013 a 22:24 | #2

    ciao maestra ti voglio tanto,tanto bene per caso ho scritto troppi messaggiciao tanti saluti

  3. 14 Marzo 2013 a 22:22 | #3

    tanti salutissimi da parte di mattia ciao,ciao

  4. 14 Marzo 2013 a 22:18 | #4

    che bellissimo messaggio fab tanti saluti ciao ciao

  5. 14 Marzo 2013 a 22:16 | #5

    evviva maestra quanti bei giochi nuovi hai messo gli ho provati tutti e sono divertentissimi e bellissimi ciao a tutti e tanti saluti ciao buon divertimento!!!

  6. gabriel
    23 Aprile 2012 a 12:04 | #6
  7. gabriel
    22 Aprile 2012 a 18:38 | #7

    http://www.mamamate word press.it

  8. m.Elisa
    20 Aprile 2012 a 17:08 | #8

    Ciao Gabriel..metti il link del vostro blog…ciao
    m.Elisa :lol:

  9. gabriel
    20 Aprile 2012 a 17:03 | #9

    LO SAPETE CHE ANCHE NOI DI CLASSE 5° ABBIAMO UN BLOG

  10. gabriel
    20 Aprile 2012 a 12:54 | #10

    ciao sono un bambino della scuola primaria di traona e trovo molto interessante il vostro blog :lol:

  11. 4 Marzo 2010 a 5:24 | #11

    Do you know that it’s correct time to get the home loans, which will help you.

  12. 15 Maggio 2008 a 1:42 | #12

    Anch’io ho letto il tuo blog e mi é piaciuto molto.

    Un saluto da Ciudad Real.

    Isabel

  13. maestra Elisa
    8 Maggio 2008 a 23:25 | #13

    Ciao M. Pia! Anche qui da noi è arrivata l’estate e i bimbi mostrano segni di stanchezza anche se sono sempre pimpanti e allegri! Abbiamo ancora tante cose da fare tra cui la preparazione di una recita “ecologica ”

    un caro abbraccio

  14. 8 Maggio 2008 a 22:13 | #14

    Ciao Elisa, anche io ho scelto il libro per la prima. E’ “un arcobaleno in classe” della Fabbri.
    Come vanno i tuoi bambini? Qui siamo tutti stanchi. E’ arrivato il caldo all’improvviso che ci ha messo ko!
    Maria Pia

  15. maestra Elisa
    8 Maggio 2008 a 16:52 | #15

    Ciao Fab, non ho la foto a colori dell’idolo in pietra , ma ho solo una fotocopia poco chiara! appena posso cercherò di pubblicarla.

  16. Fab
    8 Maggio 2008 a 13:33 | #16

    ciao bambini!

    post interessantissimo…posso chiedervi una cortesia? si può vedere la foto dell’idolo in pietra rinvenuto a Turrighedda?

    sono appassionato! grazie mille ;-) ))

    ps: scusate se ogni tanto colgo la palla al balzo e faccio richieste…ma dato che questo è un blog didattico ne approfitto!

I commenti sono chiusi.