Home > Argomenti vari, Argomenti vari, Primo piano, Società > Percorso educativo e didattico di convivenza civile 2 : “Uomini di pace ”

Percorso educativo e didattico di convivenza civile 2 : “Uomini di pace ”

18 Marzo 2010

colori HO DIPINTO LA PACE
Avevo una scatola di colori
Brillanti,decisi e vivi.
Avevo una scatola di colori,
alcuni caldi, altri molto freddi.
Non avevo il rosso per il sangue dei feriti,
non avevo il nero per il pianto degli orfani,
non avevo il bianco per il volto dei morti,
non avevo il giallo per le sabbie ardenti.
Ma avevo l’arancio per la gioia della vita,
e il verde per i germogli e i nidi,
e il celeste per i chiari cieli splendenti
e il rosa per il sogno e il riposo.
Mi sono seduta
E ho dipinto la pace. (di Tali Sorex una ragazza di 13 anni)

 

 

 

 
dopo-la-pioggi-aDopo la pioggia
Dopo la pioggia viene il sereno
brilla in cielo l’ arcobaleno:
è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa , festeggiato .
è bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu .
Però lo si vede questo è il male
soltanto dopo il temporale
Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo più niente ?
Un arcobaleno senta tempesta
questa si che sarebbe una festa .
Sarebbe una festa per tutta la terra
Fare la pace prima della guerra .( G. Rodari )
 

 

 

Il nostro percorso continua con discussioni sul concetto di guerra e di pace già ampiamente trattato l’anno scorso , sull’emarginazione e con la ricerca di personaggi che hanno dedicato la loro vita a difesa della pace e dell’ uguaglianza sociale .
INIZIAMO con un personaggio molto conosciuto dai bambini per le sue poesie scritte proprio per loro
GIANNI RODARI
Ha scritto poesie e favole per bambini. Ha educato per la pace usando parole semplici e una fantasia illuminata .

CI SONO COSE DA FARE
Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi,studiare,giocare,
preparare la tavola
a mezzogiorno.
Ci sono cose da fare ogni notte:
chiudere gli occhi,dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per sentire.
Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno ,né di notte,
né per mare ,né per terra:
per esempio la guerra
.( Gianni RodariI
495px-MKGandhiM.K.Gandhi- Il genere umano può liberarsi dalla violenza soltanto ricorrendo la non violenza. L’odio può essere sconfitto solo dall’amore. (M.K.Gandhi)
Mohandas Gandhi detto Mahatma nacque nel 1896  e mori’ assassinato nel 1948 .
Lottò per l’ indipendenza dell’India dal colonialismo inglese ricorrendo a  dimostrazioni protesta non- violenza , come il digiuno,le denunce delle leggi ingiuste,la disobbedienza civile
.
PRENDI UN SORRISO
Prendi un sorriso.
Regalalo a chi non l’ha mai visto .
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell’anima di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontarla a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l’amore,
e fallo conoscere al mondo.(GANDHI)
AFORISMI  (GANDHI)- Il potere esercitato giustamente deve essere leggero come un fiore;nessuno deve sentire il peso.
Nulla si ottiene senza sacrificio e senza coraggi- Chi ha ragione ed è capace di soffrire, alla fine vince.
Una bomba  non può essere distrutta da un’ altra bomba, così come la violenza non può essere eliminata dalla violenza. L’ unico strumento per sconfiggere l’ odio è l’amore


GESTI D’AMORE
Madre Teresa di Calcutta,Premio Nobel per la pace 1979
Nel mondo c’è troppo odio,troppa lotta.
Non riusciremo a respingerli coi fuochi,nè con le bombe,nè con nessun altra arma che ferisca:ci riusciremo esclusivamente con gesti d’amore,di gioia e di pace.
madre-teresaMADRE TERESA DI CALCUTTA nacque il 26 agosto 1910  a Skopje,città situata nei Balcani.All’età di 8 anni diventò Suora ricevendo il nome di Mary Teresa e nel 1929 il nome di Mary Teresa e nel 1929 partì per l’India a Calcutta,trascorse gran parte della sua vita prendendosi cura dei poveri e degli ammalati nelle strade.
Fondò diverse missioni per dare ospitalità ai bisognosi. .Nel 1979 vinse il premio Nobel per la pace.
TERESA DI CALCUTTA
La vita è una è un’opportunità,coglila
La vita è bellezza,ammirala.
La vita è beatitudine,assaporala.
La vita è un sogno,fanne una realtà.
La vita è una sfida,affrontala.
La vita è un dovere,compilo.
La vita è un gioco,giocala.
La vita è preziosa,abbine cura.
La vita è ricchezza conservala.
La vita è amore,godila.
La vita è un mistero,scoprila.
La vita è promessa,adempila.
La vita è tristezza,superala.
La vita è un inno,cantalo.
La vita è lotta,accettala.
La vita è un’avventura,rischiala.
La vita è felicita,meritala.
La vita è la vita,difendila.
Aforismi m Teresa di Calcutta
Che Dio vi renda in amore tutto;amore che avete donato o tutta la gioia e la pece che avete seminato attorno a voi , da un capo all’ altro nel mondo.

 NELSON MANDELA
Un uomo nero che ha lottato il SUD – AFRICA.
MARTIN LUTER KING
Fu un uomo di colore che lottò per i diritti dei bambini delle popolazioni di color neri .
In seguito a una manifestazione promessa da lui nel 1976 negli Stati Uniti fu discussa una legge del uguaglianza dei diritti civili che fu approvato nel 1964. Gli fu assegnato il premio Nobel per la pace ,morì assassinato .
John Kennedy diceva che per donare la pace al mondo,bisognava collaborare Nazione con Nazione per le ricerche delle malattie e per altre cose,utili all’uomo sino a dare piena libertà e sicura pace nella terra all’uomo
Infine,collaborare per far finire i problemi che ci dividono e vivere in un mondo di pace.
(J.F.Kennedy,Talk to young people, Hawathorne Books)
John Kennedy era un uomo politico americano, 35° presidente degli Stati Uniti .
Si distinse in particolar modo nei confronti del problema raziale tra bianchi e neri, infatti assunse un atteggiamento progressista :
favorì l’integrazione della gente di colore nelle università degli stati del sud e propose al congresso una legge per abolire la discriminazione razziale nelle scuole , negli alberghi e nei ristoranti. Il 22 novembre 1.963 fu assassinato.

colroi-2

  1. ale
    10 Marzo 2011 a 16:09 | #1

    la pace e tuto bisognia rispetarla e mai lasciarla
    ciao Ale…hai ragione la pace è tutto…ma tu da dove hai scritto e che classe frequenti?
    aspetto la tua risposta …un bacione
    m.elisa

  2. m.Elisa
    19 Marzo 2010 a 7:18 | #2

    Fabio :La speranza è che questi ragazzi mantengano sempre vivi questi insegnamenti ai quali ci si accosta con entusiasmo nella tenera età e che, troppo spesso, vengono dimenticati in quella che, per convenzione, definiamo età matura. Quando ero adolescente speravo che la mia generazione potesse cambiare il mondo…invece non è andata così…però, questi giovani mi piacciono e io…continuo a sperare. Un salutone, Fabio

    Fabio, noi docenti lavoriamo per questo ..e io spero che i miei alunni rimangano così schietti e pieni di vita ..cerco in tutti i modi di trasmettere una cultura di pace di far capire loro quanto sia importante la tolleranza e il rispetto ..Sono sicura che ognuno ricorderà questi insegnamenti ..perchè ho constatato, dalle loro discussion, i che hano capito benissimo il concetto di pace, di uguaglianza e di giustizia sociale …io ho fiducia in loro
    un saluto
    elisa

  3. Fabio
    18 Marzo 2010 a 20:03 | #3

    La speranza è che questi ragazzi mantengano sempre vivi questi insegnamenti ai quali ci si accosta con entusiasmo nella tenera età e che, troppo spesso, vengono dimenticati in quella che, per convenzione, definiamo età matura. Quando ero adolescente speravo che la mia generazione potesse cambiare il mondo…invece non è andata così…però, questi giovani mi piacciono e io…continuo a sperare. Un salutone, Fabio

  4. m.Elisa
    18 Marzo 2010 a 19:33 | #4

    una donna :Immagino, ogni volta che inserisce un messaggio, la soddisfazione che deve provare per la bravura dei suoi alunni..

    gentilissima donna …sì sono orgogliosa dei miei alunni e provo soddisfazione e gratificazione anche quando a farmi i complimenti sono persone comuni e non del mestiere .
    grazie per il suo commento

  5. una donna
    18 Marzo 2010 a 16:32 | #5

    Immagino, ogni volta che inserisce un messaggio, la soddisfazione che deve provare per la bravura dei suoi alunni..

I commenti sono chiusi.