Home > cultura, Primo piano, scuola > Le fonti storiografiche 1- per conoscere il PASSATO

Le fonti storiografiche 1- per conoscere il PASSATO

12 Novembre 2012

Continuamo il nostro lavoro sulla STORIA  e sulla comprensione del metodo di studio usato per ricostruire il PASSATO …che può avvenire attraverso lo studio delle FONTI e i diversi tipi di FONTE …e così dalla storiella del signor Tempo Investigatore ..siamo passati a un esempio pratico di come si possono ricavare informazioni anche  da un semplice scontrino per poi dividere per tipologie le diverse FONTI

E INFINE LA FONTE ORALE …IL RACCONTO ATTRAVERSO LA TESTIMONIANZA orale  E L’INTERVISTA

Ora siano pronti per intraprendere il percorso sulla  storia personale, un’attività da svolgere  pian piano , con l’aiuto dei genitori in qualità di TESTIMONI,  e sul lavoro dello storico  E INCAMMINARCI così VERSO LO STUDIO DELLA STORIA DELLA TERRA E DEI PRIMI UOMINI…..

so che i bambini attendono questi momenti con trepidazione …e anche io ..

m. Elisa :-)

Categorie:cultura, Primo piano, scuola Tag:
  1. m.Elisa
    18 Novembre 2012 a 7:29 | #1

    Grazie, Riccardo! Speriamo davvero che il percorso sulla storia dia buoni frutti!
    un caro saluto
    Elisa :-)

  2. m.Elisa
    18 Novembre 2012 a 7:28 | #2

    Ciao , piccola Rachele ! Non devi scusarti, purtroppo capita di ammalarsi.Mi dispiace tanto per la tua malattia e spero che guarisca al più presto e che domani sia di nuovo a scuola ..io ti aspetto! ti mando un bacione grandissimo.
    Ti voglio bene!
    m. Elisa
    :-)

  3. Riccardo
    17 Novembre 2012 a 16:13 | #3

    E’ fondamentale, Elisa, una buona partenza per iniziare un viaggio. E andare alle fonti, dalle quali reperire le informazioni, costituisce la solida base per intraprendere l’interessante e proficuo percorso nella storia.

  4. rachele
    17 Novembre 2012 a 15:14 | #4

    Cara maestra Elisa scusa se non sono potuta venire questi giorni a scuola ma forse lunedi
    tornerò, il motivo perchè non sto venendo a scuola è perchè ho una malatia brutta che si chiama streptococco .Ciao Rachele.

I commenti sono chiusi.