Home > Primo piano, scuola > Il Professor Plastica

Il Professor Plastica

9 Dicembre 2012

IL Professor Plastica - A scuola durante le ore di scienze stiamo partecipando a dei laboratori sul riciclaggio dei rifiuti con le esperte e maestra Barbara . In questo periodo ci stiamo occupando del
riciclaggio della plastica e così abbiamo costruito il Professor  Plastica.  Maestra Barbara ci ha detto di portare delle bottiglie di plastica vuote  , tappi, buste e dei piatti di plastica ,uno grande e due piccoli , per costruirlo su due cassette per la frutta fatte di legno. La faccia è fatta con il  piatto grande ,gli occhi sono fatti con due tappi e la bocca con un pezzo di bottiglia dell’ aranciata. Anche le sopracciglia sono fatte di plastica ritagliate dalle bottiglie e così pure gli occhiali e i capelli  . Le braccia sono fatte di bottiglie di plastica e i piedi con piattini di plastica ritagliati e con sopra due tappi e  buste di plastica.
Tutto è stato incollato con la colla a caldo . Insomma è un bellissimo professore  che servirà alla fine dei laboratori per fare un gioco molto speciale ! ( scritto al pc dai bambini della 3°A)

Beh , cari bambini, il vostro professor  Plastica è davvero bellissimo e  complimenti a maestra Barbara che come sempre sa creare  delle cose fantastiche!

m. Elisa   :-)

Categorie:Primo piano, scuola Tag:
  1. ida
    12 Dicembre 2012 a 14:52 | #1

    che belle idee,bravissime

  2. m.Elisa
    11 Dicembre 2012 a 23:23 | #2

    Ciao , Simonetta! ci fa tanto piacere per il tuo commento e per la condivisione ..
    un caro saluto e a presto..
    m. Elisa

  3. simonetta
    11 Dicembre 2012 a 15:55 | #3

    Buonasera Maestra Elisa, ho condiviso il suo post sui presepi a Villacidro nella mia pagina facebook presepi Sardi.

    Invito tutti i lettori del suo blog a visitare la pagina e a postare foto e commenti.

    Buon Lavoro

  4. m.Elisa
    9 Dicembre 2012 a 20:20 | #4

    Lo farò senz’altro , Riccardo. Grazie del commento .
    un caro saluto
    elisa :-)

  5. Riccardo
    9 Dicembre 2012 a 17:10 | #5

    Dopo le esperienze di compostaggio con l’umido, anche le attività di recupero della plastica contribuiscono a sviluppare nei giovani una spiccata sensibilità di rispetto verso l’ambiente. Ti chiedo, Elisa, di estendere i miei complimenti anche alla collega Barbara.

I commenti sono chiusi.