Home > Primo piano > “La Shoah “Mai dimenticherò la prima notte nel campo e quel fumo”

“La Shoah “Mai dimenticherò la prima notte nel campo e quel fumo”

27 Gennaio 2010

La Shoah

"Mai dimenticherò quella notte, la prima notte nel campo che ha fatto della mia vita una lunga notte e per sette volte sprangato.

Mai dimenticherò quel fumo.

Mai dimenticherò i piccoli volti dei bambini di cui ho visto i corpi trasformarsi in volate di fumo sotto un cielo muto.

Mai dimenticherò quella fiamme che bruciarono per sempre la mia fede.

Mai dimenticherò quel silenzio notturno che mi ha tolto per sempre il desiderio di vivere .

Mai dimenticherò quegli istanti  che assassinarono il mio Dio e la mia anima, e i miei sogni che presero il volto del deserto .

Mai dimenticherò tutto ciò, anche se fossi condannato a vivere quanto Dio stesso .Mai ."

                       (tratto dalla notte di Elie Wiesel , che fu rinchiuso ad    Auschwitz all’ età di 15 anni).

———————————————————————–

In occasione della celebrazione della "Giornata della memoria" abbiamo svolto alcune attività per informarci e per conoscere che cosa è avvenuto e perchè si celebra questa ricorrenza.

Abbiamo letto alcune pagine di diario scritte da alcuni bambini ebrei perseguitati dai nazisti. Un giorno fu detto loro  che non potevano più andare a scuola perché erano stati espulsi in base alle leggi razziali, uno di essi  fu messo in un piccolo banco lontano da i suoi compagni mentre

L’altra pagina di diario parla di una bambina che venne espulsa dalla scuola e portata nei campi di concentramento e ogni notte si confidava con una stellina nel cielo e sperava che finchè essa avesse brillato,   lei non sarebbe morta…

Essa fu liberata e raccontò la sua storia ai suoi figli e ai suoi nipoti che le  regalavano sempre delle stelline mentre i suoi nipoti le disegnavano per lei .

Abbiamo letto anche pagine di diario di Anna Frank.

Nella prima pagina descrive che  cosa aveva messo nello zaino che usò per portare le cose necessarie  nel nascondiglio

Nella seconda pagina descrisse l’alloggio segreto dove si era nascosta lei , la sua famiglia e quella del Dottor Dussel.

Nell’ultima pagina che abbbiamo letto, lei scrisse che nonostante tutte le cose brutte che stavano accadendo , continuava a sperare

 Poi vennero portati nei campi di concentramento per essere scelti e portati nelle docce a gas e dopo la morte funono  bruciati  in grandi forni detti crematori

Abbiamo commentato e riflettuto e tutti ci siamo fatti alcune domande:

•1-        Perchè non potevano più andare a scuola ?Chi erano gli ebrei?

Abbiamo voluto saperne di più e abbiamo fatto ricerche su internet e preso appunti .

Nel periodo dal 1.940 al 1.945, cioè negli anni della Seconda Guerra Mondiale, gli zingari e gli ebrei furono perseguitati e sottoposti al tentativo di sterminio totale del loro popolo. Gli ebrei chiamarono questa tragedia Shoah: che significa annientamento, sterminio, disastro, catastrofe, desolazione, distruzione. Lo sterminio fu organizzato in base all’ideologia nazista e razzista che pretendeva di dividere il mondo tra un popolo eletto superiore, quello Ariano e altri popoli considerati inferiori.

Nazismo: è la persecuzione degli ebrei che cominciò in Germania e si estese anche nella nostra Italia, nella Polonia e in tutta l’Europa.

Tutto ciò iniziò con avvento al potere di Hitler. Iniziò così l’istituzione dei lager o campi di concentramento o di sterminio .

Per campo di concentramento : si intende una struttura carceraria all’ aperto, per la detenzione di civili e militari. Solitamente provvisorio atta a detenere grande quantità di persone.  

Durante  il periodo nazista ne vennero istituiti tantissimi tra cui quello più famoso è Auschiwtz . In questo luogo e in tutti campi di concentramento venivano deportati gli Ebrei comunisti , gli omosessuali, militari, zingari. Essi venivano sottoposti alla fame  e a lavori inutili e poi uccisi nelle camere a gas e i loro cadaveri bruciati  nei forni crematori .

Le leggi razziali: erano leggi emantae contro gli ebrei .In Italia le prime leggi contro gli Ebrei furono emanate nel  1938. Il 5 settembre del 1938 venivano decretate l’espulsione dalle scuole di ogni ordine e grado e dalle università di tutti gli alunni e docenti ebrei.

 

Anna Frank: era una  ragazza  ebrea  tedesca  divenuta  un  simbolo  della  Shoah  anche  per  i  suoi  diari  scritti. Il  6  luglio  del  1945  appena  tredicenne  dovette   nascondersi  con  la  famiglia  nell’ achterhuis,   un  piccolo  spazio  a   due  piani  posto   sopra   ai  locali   nella  compagnia di  Otto .Vissero   lì dal  sei   luglio  1942   al   4  agosto  1944  ,  durante   l’occupazione   nazista  .   Nel   nascondiglio   si   trovarono  8   persone  .  Durante quegli  anni Anna scrisse un diario in cui racconta la sua vita nel nascondiglio, le sue impressioni e sentimenti e come trascorreva il tempo., Dopo più di  due anni  furono catturati e portati nei campi di concentramento dove morirono.

Solo il padre di Anna sopravvisse e  pubblicò  il   suo  diario.

Otto   Frank morì   a   Basilea  dove   viveva   sua   sorella.

 

Abbiamo letto informazioni sui i bambini di Terezin e abbiamo visto i loro disegni e abbiamo anche cercato di riprodurli.

 

 

 

 

 

(riproduzione dei disegni dei bambini di Terezin)

 

Terezin era un campo di concentramento sul territorio della Cecoslovachia. Fra i prigionieri del ghetto di Terezin ci furono all’ incirca 15.000 bambini in prevalenza figli  degli ebrei ciechi deportati insieme ai genitori. La maggior parte di essi morì nelle camere a gas di Auschwitz.

Ad alleviare le condizioni di vita dei ragazzi ci pensarono educatori e  insegnanti prigionieri che riuscirono a creare una specie di scuola dove i bambini scrivevano poesie  e facevano dei disegni. Essi disegnavano e dipingevano prati pieni di fiori con farfalle in volo, giochi di bambini oppure in altri disegni rappresentavano giochi e scene vissute in famiglia e in altri invece scene di vita  nel campo.

nel link sottostante una parte dei tanti disegni dei bambini di TEREZIN 

http://www.lemieclassi.it/Helga/index.htm

SHOAH  significa:  desolazione, catastrofe, disastro annientamento e distruzione ed è riferito appunto allo sterminio di milioni di ebrei.

GIORNATA DELLA MEMORIA :  giorno in cui si commemorano i morti dei campi nazisti ; è chiamata della memoria perché dobbiamo ricordare e non dimenticare ciò che è avvenuto. Questa ricorrenza  è stata istituita come legge del 20 luglio 2000, in commemorazione delle vittime del nazismo dell’ olocausto e inoltre di coloro che hanno messo a rischio la propria vita proteggendo i perseguitati.

LA SHOAH si commemora il 27 gennaio e viene

celebrata  anche in Germania e nel Regno Unito.

Abbiamo letto e scritto alcuni pensieri di un bambino, Elie Wiesel , che fu rinchiuso ad  Auschwitz all’ età di 15 anni).

Mai dimenticherò quella notte,….).

 

Noi ricordiamo la SHOAH partecipando a  una manifestazione organizzata dai ragazzi del liceo. Per collaborare allla  manifestazione che si terrà alle 9,30 presso l’istituto "E.Piga ", abbiamo  preparato due pannelli con un lenzuolo bianco in cui in uno abbiamo rappresentato  alcuni diritti dei bambini : il diritto allo studio e il diritto alla salute  di tutti i bambini del mondo senza distinzione e nell’altro il diritto di ogni bambino di vivere  una vita felice  con una famiglia e con tanto affetto. La manifestazione prevede diversi laboratori tenuti dai ragazzi stessi e dai professori.

Poi racconteremo come è andata.

 (testo collettivo…..scritto da tutti noi )

Categorie:Primo piano Tag:
  1. m.Elisa
    2 Giugno 2012 a 19:42 | #1

    Grazie a te Alessandra …ti auguro un gran finale con una bella promozione e un ottimo futuro..
    un caro saluto
    m. Elisa

  2. Alessandra Pezzei
    2 Giugno 2012 a 11:40 | #2

    Salve,
    Sono una ragazza che frequenta l’ultimo anno della scuola superiore.
    Ormai l’anno è terminato e, con un pò di ansia, mi sto avvicinando alla maturità.
    Sto svolgendo delle ricerche per la mia tesina e per caso sono arrivata sul vostro blog, che reputo molto originale e con tutti questi colori invoglia la persona a proseguire la lettura!
    Devo dire che ho potuto trarre alcuni spunti importanti per il mio lavoro.
    Complimenti alla maestra e ai suoi bambini!
    Grazie
    Alessandra

  3. m.Elisa
    21 Gennaio 2012 a 15:40 | #3

    Grazie Dany…sì , è stato un percorso molto bello e interessante …ciao e a presto
    m. elisa

  4. dany
    20 Gennaio 2012 a 20:18 | #4

    Complimenti per il lavoro svolto sulla Giornata della Memoria, ne ho svolto uno molto simile prima, senza vedere il tuo………. ora ke l’ho fatto sono ancora più serena……..è sempre positivo confrontarsi secondo me……………..ciao e buon lavoro!

  5. 27 Gennaio 2011 a 16:52 | #5

    Bravissimi tutti, Insegnante e alunni…
    avete fatto un lavoro stupendo come sempre.
    Questa è una triste giornata, dobbiamo ricordare fatti brutti, ma sarebbe ancora più triste se non ce lo ricordassimo ogni anno….
    Un abbraccio cara Elisa
    Grazie, cara Betty! un abbraccio anche a te
    elisa

  6. m.Elisa
    27 Gennaio 2011 a 16:00 | #6

    Grazie Cristina!
    elisa

  7. Cristina
    27 Gennaio 2011 a 15:47 | #7

    Ottimo lavoro, e come sempre ben spiegato, perchè questa vostra esperienza possa essere anche condivisa da altri Complimenti
    Cristina

  8. francesca e chiara
    5 Febbraio 2010 a 14:49 | #8

    ciao! siamo 2 alunne della maestra concetta,sono bellissimi i disegni della shoà soprattutto il numero 1,2,7,8.ciao a presto!

    ———————————————-

    Grazie ragazze ….un bacione a voi e alla vostra maestra

    m. elisa

  9. Camilla e Matteo
    4 Febbraio 2010 a 11:47 | #9

    Il razzismo è una cosa bruttissima e non si può rifare perchè è un ingiustizia.

  10. Riccardo e federico
    4 Febbraio 2010 a 11:42 | #10

    la shoah è un giorno in cui si ricordano le cose che sono successe durante la prima guerra mondiale,e speriamo che non succeda mai più.

    ha noi ci sono piaciute le informazioni, ma non i fatti che sono successi in quegli anni.

    non vorremmo affatto risucceda, neanche quando non ci saremo più, e nei nsecoli niente di tutto ciò dovrebbe essere fatto.

  11. Sara, Gloria e federica
    28 Gennaio 2010 a 12:00 | #11

    la giornata della memoria è un giorno molto importante perchè si ricorda l’orribile tragedia che è stata fatta sugli ebrei.

    Noi della 5A abbiamo ricordato questo giorno importante partecipando a varie iniziative che sono state fatte dai ragazzi del liceo.

  12. 28 Gennaio 2010 a 11:57 | #12

    ciao a tutti!

    ci dispiace di tutti quei bambini morti nei campi di concentramento. Noi il 27 gennaio ricordiamo la Shoah definita disastro.

  13. Matteo e Federico
    28 Gennaio 2010 a 11:30 | #13

    Ci sono piaciuti molto i disegni e la storia di Anna Frank.

  14. 27 Gennaio 2010 a 22:04 | #14

    salve,questo giorno di commemorazione,è molto importante!non bisogna affatto dimenticarsene di questo fatto!

    ————————————————

    certamnete Enrico …mai dimenticare questo bruttissma parte della storia umana..

    un bacione

    m. elisa

I commenti sono chiusi.