Archivio

Archivio Aprile 2010

Sagre e feste in Sardegna

28 Aprile 2010 15 commenti

 

" Is traccas" carri trainati dai buoi addobbati con fiori e pizzi
” Is traccas” carri trainati dai buoi addobbati con fiori e pizzi

In Sardegna ogni anno si svolgono sagre  e feste sia laiche che religiose che richiamano migliaia di turisti da tutto il mondo. Grazie a queste manifestazioni sono arrivate sino a noi antiche tradizioni che si tramandano di generazione in generazione .
CAGLIARI  SAGRA DI SANT’EFISIO  1 maggio- Il 1° maggio il corteo di pellegrini parte dalla chiesa di San Efisio a Cagliari con  la statua del Santo che viene caricata su un cocchio trainato da una coppia di buoi; seguono le “Is traccas” carri trainati da buoi allestiti con fiori e pizzi ed erbe , i cavalieri, rappresentanti civili e religiosi, musicanti. 

gruppo-folkLa sfilata dei gruppi folkloristici in costume sardo  proveniente da tutta la Sardegna   attraversa la via Roma tappezzata di petali di fiori . Dopo la sfilata la statua viene portata a Nora presso un’antica chiesa dove si celebra il rito religioso . I  festeggiamenti seguono fino al quattro maggio quando la statua del Santo viene riportata in corteo nella chiesa di Cagliari
LA CAVALCATA SARDA  - La Cavalcata Sarda,  si svolge a Sassari la penultima domenica di maggio è un raduno multicolore di cavalli, cavalieri e persone  vestite con i costumi tradizionali provenienti da numerose comunità dell’isola. La manifestazione che vede oltre 3000 partecipanti, che sfilano in corteo per tutta la mattinata lungo le strade della città, si conclude con i cavalieri che compiono spettacolari caroselli ed esibizioni acrobatiche a “pariglia”, su cavalli sfarzosamente bardati e da una ricca rassegna di canti e balli
 

 

 

 

Prosegui la lettura…

Visita guidata al Parco della Sardegna in miniatura

22 Aprile 2010 13 commenti

 

 

Parco della Sardegna in miniatura -Tuili

Parco della Sardegna in miniatura -Tuili

UN’ESPERIENZA DIDATTICA FUORI DALL’AMBIENTE SCOLASTICO
Il giorno 20 aprile abbiamo fatto una gita al “Parco Sardegna in miniatura” e per avere notizie abbiamo fatto una ricerca su internet per sapere più cose del posto. Siamo partiti da Villacidoro  col pullman e siamo andati  per Tuili dove si trova il parco della “Sardegna in miniatura” . Il biglietto ha compreso
-visita al Parco Sardegna in Miniatura – Visita alla riproduzione del villaggio nuragico scala 1:1; un percorso botanico , visuale dalla torre panoramica; parco giochi, un giro in barca attorno alla Sardegna in Miniatura e un giro in trenino attorno al parco. Costo della visita guidata:
- biglietto base intero Sardigna In Miniatura: 10,00€
-biglietto base ridotto Sardigna in miniatura: 8,00€
Lo scopo della gita era visitare la riproduzione della Sardegna, e vedre da vicino quali sono i monumenti e i siti più importanti e significativi della nostra isola .
Il parco si trova si trova nelle campagne di Tuili a 2Km dal nuraghe di Barumini e a 7 km dell’altipiano della Giara, ed è una delle attrazioni più visitate del territorio.( Gloria  eNicola )

 

 

Prosegui la lettura…

La giornata mondiale della Terra

21 Aprile 2010 8 commenti

earth-day-2010Day 2010, domani è il giorno dedicato alla Terra, alla nostra cara terra ..ricordiamoci che ogni essere umano dipende dalla sua salute e questa giornata sarà dedicata a riflettere su alcune tematiche che riguardano proprio la salvaguardia del nostro pianeta :  come il problema dell’inquinamento dell’acqua,  dell’aria e del suolo;  la distruzione degli ambienti naturali e il problema  dell’estinzione di numerose specie animali e vegetali  ed infine l’uso delle risorse naturali non rinnovabili . Sono tutte tematiche che abbiamo affrontato nel corso di questi cinque anni e questa è un’occasione per far memoria anche di tutte le conoscenze apprese e farne tesoro . Ricordate bambini “ Ognuno di noi deve essere il difensore della terra , rispettandola e amandola !!.  m. elisa

Ai nostri giorni tutti i rifiuti si gettano via e così  si inquinano  il suolo  e tutto l’ambiente. Oltre ai rifiuti domestici, le fabbriche riversano rifiuti nei fiumi, che portano le tossine al mare, oppure gli agricoltori mettono veleni per gli insetti nelle piante che vengono assorbiti dal terreno che li porta ai mari o vanno nell’aria. Le petroliere dovrebbero poi svuotare lo scarico a circa 100 metri di distanza dalle coste, ma alcune non lo fanno e lo sporco va vicino alle coste e provoca problemi agli uccelli che stanno vicino alle coste e alla fauna marina. Il numero di sostante tossiche rilsciate nell’ambiente è quindi in costante aumento, e bisogna fare qualcosa per ridurlo.( Federico) 

ECCO ALCUNI SPOT PUBBLICITARI PER CONVINCERE LA GENTE A RISPETTARE L’AMBIENTE  

Nel mondo c’è troppa sporcizia e  se lo vuoi rispettare non lo devi inquinare.” (Bea  e Beatrice )

  S e la terra pulita terrai aria fresca respirerai.  ( Federico ) 

  Se la terra pulita terrai tanta vita tu darai e l’ ambiente tu salverai. (Matteo e Riccardo  ) 

  Se tu  il mondo pulito  terrai tanti animali salverai .   ( Nico)

   Se il mare non inquinerai molti pesci salverai.         (Veronica  )

visita alcuni i lavori sull’ambiente che abbiamo fatto nel corsao di questi 5 anni

http://maestraelisa.blog.tiscali.it/2007/04/

http://maestraelisa.blog.tiscali.it/2007/04/

http://maestraelisa.blog.tiscali.it/2008/05/29/16__caro_diario__tutti_in_scena_per_l_ambiente__1898085-shtml/#more-1044

 http://maestraelisa.blog.tiscali.it/2009/02/

Educazione alimentare : La piramide alimentare

17 Aprile 2010 2 commenti

piramide-7LA PIRAMIDE ALIMENTARE- Oggi a scuola abbiamo parlato di alimentazione corretta .
Abbiamo parlato dei cibi edella PIRAMIDE  ALIMENTARE che è un modo per schematizzare i cibi e le relative quantità giornaliera che bisogna assumere per effettuare una corretta alimentazione.
Abbiamo disegnato un triangolo nel quaderno e in un grande cartellone  e lo abbiamo diviso in cinque parti in modo da formare una piramide e dopo abbiamo ritagliato immagini

 

 

 

di dolci , verdure,  carni  ecc… ecc.., dai  volantini delle promozioni alimentari che passano nelle case ogni giorno e le abbiamo incollate

 

 

 

 

 

Prosegui la lettura…

Bullismo ? …no grazie !!!!LA CARTA EUROPEA PER SCUOLE DEMOCRATICHE E SENZA VIOLENZA

16 Aprile 2010 8 commenti

carta-europeaLA CARTA EUROPEA PER SCUOLE DEMOCRATICHE E SENZA VIOLENZA -Per vivere meglio nell’ambiente scolastico, senza violenza ma con responsabilità e maturità, un gruppo di giovani provenienti da diversi paesi Europei ha elaborato e scritto delle regole che devono essere rispettate da tutte le scuole. Esse sono state chiamate “La carta Europea per le scuole democratiche e senza violenza”. Essa abolisce  comportamenti  scorretti  e  violenti  sulla  base   dei  valori democratici sanciti  da  tutti  i  paesi  dell’Unione  Europea:

scuola-sicura1-Tutti  gli  alunni  hanno  diritto  di  vivere  in  scuole  sicure  e  tranquille  .  ciascun  alunno  ha  la  responsabilità  di  contribuire  alla  formazione     di  un  ambiente  ideale   e  costruttivo
2 - Ogni  alunno  ha  diritto  ad   essere  trattato   e  rispettato  nello  stesso  modo,  senza  differenze  tra  persone   .Ognuno  gode   della  libertà   di  parola   senza  il  rischio  di   discriminazioni  o  repressioni.
comunita-scol.43 - La  comunità   scolastica  assicura  che   ogni  individuo  è   consapevole   dei  propri  diritti  e  delle   proprie   responsabilità.
4-Ogni  scuola  democratica   ha  un  organo   che  prende    decisioni  , eletto  democraticamente  e  composto   dai   rappresentati   degli   studenti   ,da  insegnanti    , genitori   e  da  altri    membri   della   comunità  scolastica.
5-In  scuola  democratica   ,  i  conflitti   sono  risolti  in  modo  costruttivo   e  non  violento,  in  unione  con  tutti  i  membri  della  comunità  scolastica.
6-Tutti  i  casi  di  violenza     sono  trattati  con  rapidità  e si  segue  lo  stesso  procedimento     di  risoluzione   ,  sia  se  si  tratta  di  un’ alunno,  o  di  un’ insegnante  o  qualsiasi  altro  membro  della  comunità  scolastica

Prosegui la lettura…

BULLISMO? NO ..GRAZIE ..3

15 Aprile 2010 2 commenti

                                                                                                                        3- RIFLESSIONI SUL FENOMENO DEL BULLISMO. slogan3Abbiamo parlato anche su un argomento molto delicato come l’uso di sigarette , di droghe e di sostanze stupefacenti che fanno uso anche ragazzini di prima media.
Io ho avuto delle esperienze di questo tipo, ma credo che ce ne siano più peggiori della mia.  Quando io e altri miei due compagni rientriamo da scuola, un gruppo di ragazzini delle scuole medie, ci chiede se vogliamo fumare. Noi giustamente li ignoriamo e passiamo davanti facendo finta di niente. Di questi casi ne succedono molti, ma al telegiornale se ne sentono molto peggiori E’ successo infatti che molte volte le vittime di questa violenza  siano stati i professori o qualche ragazzo indifeso disabile  .
Abbiamo parlato anche sulla pericolosità dell’uso, che alcuni compagni, fanno del telefonino perché potrebbero fare filmati o foto e metterli su internet o su siti pericolosi. Quindi io e la mia classe vorremmo lanciare un appello dicendo a tutti di non portare telefonini per evitare di causare problemi .
In tutte le  situazione di questo genere, la cosa più migliore da fare è avvisare i genitori o i professori che ci aiuteranno a risolvere questi problemi. Inoltre spesso succede anche che alcuni ragazzi non rispettino l’ambiente scolastico e lo rovinino pasticciando i muri o distruggendo gli arredi .
Io vorrei dire a tutti i ragazzi che vivono il problema del bullismo di non scoraggiarsi  ma di contare sull’aiuto degli amici e delle persone adulte. Non perdete mai la speranza di essere un giorno liberi come tutti gli altri, fuori da questa scatola che non ti permette di respirare e di vivere una vita normale. Prima o poi tutto cambierà e questa situazione l’avrete già dimenticata. Questo argomento mi ha aiutato a riflettere molto e a capire l’importanza della libertà  senza il bullismo.   (Gloria)
COSE DA FARE E NON FARE
DEVO SEMPRE DENUNCIARE AGLI ADULTI SE VENGO PRESO IN GIRO DERISO PICCHIATO O INTIMIDITO DA COMPAGNI PREPOTENTI.

DEVO DENUNCIARE AGLI ADULTI SE SO CHE QUALCHE MIO COMPAGNO  O ALTRI RAGAZZI VENGONO PRESI IN GIRO PICCHIATI OMINACCIATI DA COMPAGNI PREPOTENTI
NON DEVO USARE IL CELLULALRE E DEVO STARE ATTENTO AI RAGAZZINI/E CHE FILMANO CON IL CELLULARE ME O ALTRI COMPAGNI ( NON SOLO A SCUOLA E DIFENDERE QUELLI CHE SUBISCONO LA PREPOTENZA )

DEVO STARE ATTENTO A…
CHI MI OFFRE SPINELLI O SIGARETTE , MA ANCHE ALTRE SOSTANZE DI CUI NON CONOSCO LA PROVENIENZA PERCHè POTREBBERO DANNEGGIARMI CIO’ non POTREBBE SUCCEDRE SOLO A SCUOL ma in ogni luogo che frequento senza i miei genitori .
DEVO STARE ATTENTO AI RAGAZZINI CHE NON RISPETTANO L’AMBIENTE SCOLASTICO E SE VEDO COMPIERE QUALCHE ATTO DI VANDALISMO DEVO SEMPRE DIRLO AI PROFESSORI O AI COLLABORATORI O AI MIEI GENITORI

[Galleria non trovata]

Bullismo ?..no grazie !!! 2

14 Aprile 2010 4 commenti

copertina-3Il percorso viene illustrato attraverso il tema di un’alunna e i fumetti di tutti.
LE NOSTRE RIFLESSIONI SUL BULLISMO .
Nella mia classe abbiamo trattato un argomento molto importante: il BULLISMO . Io, la maestra e i miei compagni abbiamo riflettuto molto su questo argomento e discusso su quante sia importante avere il diritto di vivere in una scuola pulita SERENA e senza elementi che creano disturbo, come i bulli. Per trattare meglio questo argomento la maestra ha avuto l’idea di farci comprare un quadernino dove ci ha fatto scrivere lealcune regole fondamentalie comportamenti  necessarie da attuare  quando noi o altri siamo vittime di ragazzi bulli che ci prendono in giro o ci disturbano.  In ogni pagina ci ha fatto scrivere una frase e per ognuna di esse abbiamo illustrato con il fumetto il contenuto. La maestra, in particolare, ci ha fatto scrivere, commentare e illustrare delle regole molto importanti sia sull’autodifesa che sugli atteggiamenti da adottare quando si presentano situazioni di bullismo sia nei nostri confronti che nei confronti di chiunque .
dal libretto ecco le regole fondamentali per stare bene con gli altri ..
1-La regola fondamentale per stare bene è: non danneggiare gli altri,  né sè stessi,  né le cose.
2-Cosa puoi fare quando qualcuno fa il prepotente con te?
Parlaci,dicendogli come ti senti.
3-Se lui continua digli di smetterla minacciandolo di dirlo  ai tuoi insegnanti o genitori oppure cerca l’aiuto dei tuoi compagni.
Ricordati che non sei solo: gli amici, i genitori,gli insegnanti, sono dalla tua parte!
5-Cosa puoi fare se vedi qualcuno vittima della prepotenza?
Difendi la persona molestata  oppure chiedi l’aiuto ad un adulto.
6-Dai la tua solidarietà a chi ha subito la prepotenza.

Bullismo ? no….grazie ..

14 Aprile 2010 2 commenti

copertina

Tra le tante attività sulla convivenza civile svolte durante il corso dell’anno, alcune lezioni, terminate qualche  settimana fa , sono state dedicate al fenomeno del bullismo. Abbiamo discusso in classe su questo fenomeno partendo da situazioni spiacevoli di conflitto che spesso sorgono anche durante la mattinata a  scuola , per parlare poi delle notizie che ultimamente si sono sentite anche alla tv su alcuni episodi da condannare e da prevenire . Dopo queste discussioni e approfondimenti  con letture di articoli e racconti , abbiamo deciso di creare un libriccino,  un promemoria nel quale i bambini hanno  descritto  situazioni e individuato comportamenti da adottare di fronte a fenomeni di bullismo. L’idea è nata anche  dalla lettura di un piccolo libretto “ Metti giù le mani”di  M.C. Borsini , C. Ricci; M, Indro. I bambini hanno scritto e illustrato tutto il libriccino con i fumetti arricchendolo anche con altre notizie e commenti personali e  slogans

Siamo partiti dalle qualità che ognuno deve cercare di coltivare..
Le mie qualità per stare bene con gli altri
-SONO PAZIENTE
­-SO ASCOLTARE
-SO GIOCARE RISPETTANDO LE REGOLE
-SO CAPIRE LE CONSEGUENZE DI QUELLO CHE FACCIO E DICO: SONO TOLLERANTE.
-SONO UN BUON AMICO
-SO CHIEDERE QUELLO DI CUI HO BISOGNO
-SO ESPRIMERE I MIEI SENTIMENTI
-SP CAPIRE I SENTIMENTI DEGLI ALTRI
-SO PERDONARE
-SO CHIEDERE SCUSA…
m. Elisa